Identità Golose: un Gennaio ricco di sapori.

Identità Golose Milano Casa Marrazzo
Un mese di Gennaio davvero incredibile. Tanti sapori e gusti da scoprire. “Si parte con i menu di Traverso e Ribaldone, per poi accogliere la Roma golosa de La Ciambella e di Marzapane, la Campania di Francesco Franzese, il Bollito Etiko di Fabrizio Nonis, la sostenibilità sabauda di Stefano Sforza…”

Diamo il benvenuto al nuovo anno2022. Il periodo più felice dell’anno, il Natale e i suoi doni, è alle spalle. Dopo un San Silvestro ricco di auguri e brindisi, siamo già pronti a ricominciare spinti dall’entusiasmo di poter tornare ad accogliere tantissime novità nell’Hub Internazionale della Gastronomia di Identità Golose Milano.

Come riportato sul sito ufficiale di Identità Golose Milano, Via Romagnosi 3 è un indirizzo che fa parte integrante della storia di Milano: in pieno centro, a circa duecento metri dal celebre Teatro alla Scala, ha ospitato per oltre mezzo secolo la Fondazione Giangiacomo Feltrinelli.

Identità Golose: il primo Hub Internazionale della Gastronomia.

Il 18 settembre 2018 veniva inaugurato Identità Golose Milano powered by TheFork, il primo Hub Internazionale della Gastronomia. L’idea nasceva da Identità Golose. Il congresso da 16 anni racconta la bellezza e grandezza della tavola italiana e internazionale. Una grande vetrina nel centro di Milano e allo stesso tempo una finestra aperta sul mondo.” Identità Golose Milano nasce con una mission precisa: essere una piattaforma di confronto. Una zona dove sviluppare le diverse attività di intrattenimento, sperimentazione e ricerca intorno alla cucina di qualità. Identità Golose vuole promuovere una nuova forma di convivio aperta a nuovi linguaggi e modalità di consumo di respiro internazionale. Settimana dopo settimana, si alternano alcuni tra i più celebri chef italiani e stranieri invitati a proporre un menu di 4 portate rappresentative dello stile di ogni cuoco. Casa Marrazzo affianca con i propri prodotti, lo Chef Francesco Franzese.

Giovedì 20 gennaio
La Campania nel piatto di Francesco Franzese, con i prodotti di Casa Marrazzo. In un’edizione piena di soddisfazioni per la Campania, l’insegna guidata dallo chef Francesco Franzese è stata una delle nuove stelle Michelin 2022

Chef Francesco Franzese 1 Stella Michelin

Francesco Franzese: chef del ristorante Rear di Nola

Francesco Franzese è originario di Saviano, provincia di Napoli. Giovanissimo, parliamo di un classe 1989, proprio quest’anno ha ottenuto una Stella Michelin. Lo Chef Franzese ha origini napoletane e deve la sua passione per il cibo, e l’amore per le materie prime di qualità, agli insegnamenti della sua famiglia. Nonostante la sua giovane età, lo Chef Franzese ha lavorato e lavora presso importanti ristoranti e con i più grandi Chef italiani e internazionali, tra i quali è impossibile non menzionare:

  • il Four Season di Firenze e il ristorante Il Palagio 1* Michelin, con lo Chef Vito Mollica;
  • la Locanda Locatelli 1*Michelin di Londra, con lo Chef Giorgio Locatelli;
  • il Ristorante L’Olivo con lo Chef Andrea Migliaccio 2*Michelin e il ristorante Il Riccio con lo Chef Salvatore Elefante 1 Michelin.
    Entrambi del CAPRI PALACE 2**Michelin;
  • L’Atelier de Joël Robuchon a Parigi, 2**Michelin, con lo Chef Joël Robuchon;
  • ristorante Il Fico D’india del Resort Le Dune della Delphina in Sardegna 5***.

Oggi Francesco Franzese è Chef executive al  Roji. Arricchisce la cucina di un processo interculturale che mixa e fonde ingredienti e stili culinari tipici di culture differenti. Questa volta cucinerà nella cucina di un coloratissimo, elegante e moderno hotel quattro stelle lusso. Qui, a quanto pare, è probabile che lo chef speri di trovare ritmi diversi, un po’ meno frenetici di quelli di un ristorante alla rincorsa della sua prima stella Michelin. “Non smetterò mai di ripeterlo: prima di essere un cuoco, sono un papà. E io voglio essere un papà presente” ha detto lo chef alla stampa locale motivando la sua scelta.

La scelta vincente dello chef Francesco Franzese?

Una forte sintonia con la proprietà e con i compaesani, gente molto legata alla propria cittadina e alle sue tradizioni. Lo chef così ha puntato su una cucina di forte impronta territoriale. Sapori e concetti della cucina napoletana mixati sapientemente con quanto ha imparato dai suoi viaggi in tutto il mondo. Franzese arriverà a Milano con il suo stile goloso e originale, celebrando nei piatti i prodotti di Casa Marrazzo azienda impegnata dal 1934 a proporre i sapori e la genuinità del territorio.