Spedizione gratuita per ordini superiori a 100€ | Ordine minimo gestibile 30€
+39 081 916128 | info@casamarrazzo.it

    I ceci di Cicerale: un gusto intenso e cremoso

    Ceci di Cicerale di Casa Marrazzo
    I ceci di Cicerale sono davvero particolari. Hanno delle dimensioni ridotte ed il loro sapore è intenso e cremoso. La loro singolarità deriva da caratteristiche uniche e “rare”. Noi di Casa Marrazzo selezioniamo solo i migliori ceci da aziende controllate che rientrano nel Presidio Slow Food di Cicerale. Una volta raccolti, i ceci vengono essiccati e, al giusto grado di essiccazione, vengono puliti e riselezionati prima di essere conservati in vetro.

    Ceci di Cicerale, cosa hanno di così speciale? Perchè li abbiamo scelti? Alla seconda domanda è apparentemente semplice rispondere: per il loro gusto intenso, in realtà unico. Per la prima, scopriamo pian piano, in quest’articolo, la “magia” dei ceci di Cicerale. Procediamo quindi e andiamo alla scoperta dei ceci di Cicerale: scopriamo insieme i segreti del legume per eccellenza del Cilento.

    Salento comune di Cicerale

    “Terra quae cicera aliit”

    «Terra quae cicera aliit», ossia terra che nutre i ceci. Questo è il motto presente sullo stemma del paese cilentano dove questo legume ha trovato un territorio perfetto per nascere e crescere: Cicerale. Parliamo di un piccolo paesino abitato da non più di mille anime. Cicerale  si trova alle pendici del monte Cicerale, a pochi chilometri, quindi,  dal Parco Nazionale del Cilento. Non è possibile non  stare una cosa. Appena entriamo in questo piccolo borgo assistiamo ad una cosa straordinaria: il cece è uno dei simboli principali di questo luogo. Osserviamo la sua presenza ovunque: non solo nello stemma del comune, lo troviamo nella parole dei suoi umili abitanti, nei ricordi dei più anziani e nelle speranze dei più giovani.

    Riscopriamo in pochi passa quelle tradizioni secolari che si tramandano. Quelle stesse tradizioni che Casa Marrazzo ha sposato dal primo giorno in cui ha deciso di “arredare” le tavole di tutti voi. Quegli usi e quei modi di coltivare e di preparare un prodotto in modo tale che arrivi sulle tavole senza aggiunta di agenti chimici. Regalare ai palati il sapore dei tempi andati, che probabilmente non torneranno più. Per chi conosce Cicerale sa che esso è racchiuso nella natura stessa del territorio e nelle radicate tradizioni di coltura che ne fanno la terra dei ceci per eccellenza sin dall’antichità.

    Logo presidio slow food

    Ceci di Cicerale presidio Slow Food

    DOC, DOCG, Denominazione di Origine Protetta e Indicazione Geografica Protetta sono vocaboli utilizzati e riconosciuti, ampiamente, da diversi anni. La diffusione dei Presidi Slow Food è sicuramente più recente e nel contempo meno riconosciuta dalle persone. Cosa sono, quindi,  i presidi Slow Food? In un precedente articolo pubblicato sul nostro Blog abbiamo cercato di fornirvi un’idea completa sul meccanismo della fondazione Slow Food. Abbiamo detto che con questa dicitura si indicano tutti quei prodotti selezionati attentamente che rispettano regole di produzione e controllo rigidissime. I ceci di Cicerale rientrano a pieno diritto in questa categoria. Ancora oggi nei terreni di Cicerale si produce una varietà locale di piccoli ceci rotondi, dal colore leggermente più dorato rispetto a quelli comuni. Una varietà che ha sfumature nocciola chiaro, e un sapore intenso. Per il suo basso contenuto di umidità alla raccolta si conserva per molto tempo e tende ad ingrossarsi notevolmente in fase di cottura.

    Coltivare i ceci di Cicerale significa seguire tutti i criteri delle antiche tradizioni coniugate con le attuali disposizioni derivanti dai criteri adottati per l’agricoltura biologica. Nessuna aggiunta chimica, nessuna irrigazione: tutto secondo natura. Si coltiva tutto con fatica e calma e si raccoglie tutto a fine Luglio con un sforzo enorme. Si aspetta, infatti, che le piante siano abbastanza secche per poi procedere con la trebbiatura finale. Ma non finisce qui. Le piante si poggiano su sacchi di iuta, ci coprono e, solo dopo, con dei grossi bastoni si battono con vigore. L’alternativa alla battitura? Una piccola trebbiatrice alimentata totalmente a mano. Capite ora perchè si dice che mangiare i ceci di Cicerale è una vera e propria esperienza?

    Ceci di Cicerale presidio SLOW FOODCeci di Cicerale di Casa Marrazzo

    I ceci di Cicerale sono davvero particolari. Hanno delle dimensioni ridotte ed il loro sapore è intenso e cremoso. La loro singolarità deriva da caratteristiche uniche e “rare”. Noi di Casa Marrazzo selezioniamo solo i migliori ceci da aziende controllate che rientrano nel Presidio Slow Food di Cicerale. Una volta raccolti, i ceci vengono essiccati e, al giusto grado di essiccazione, vengono puliti e riselezionati prima di essere conservati in vetro. Casa Marrazzo rispetta e incoraggia il mantenimento delle tradizioni secolari. Quelle perle di storia che si tramandano. I racconti e le esperienze che permettono di far sì che i prodotti arrivino sulle tavole portando con se il sapore dei tempi andati.