Broccoli friarielli: il gusto eccellente di Casa Marrazzo

I “friarielli” rappresentano un prodotto d’eccellenza della nostra azienda, e più in generale, della cucina partenopea. Com’è noto, queste infiorescenze delle cime di rapa, assumono denominazioni diverse: a Napoli ed in Campania «friarielli», a Roma «broccoletti», in Toscana «rapini» e in Puglia, appunto, «cime di rapa». Insomma, qualunque sia il termine usato, la verità è una sola: ne andiamo tutti ghiotti.

Broccoli friarielli, chi non li conosce? Questa la prima domanda.
La seconda: c’è ancora qualche persona che non ha mai avuto il piacere o la curiosità di mangiare un buon piatto di broccoli friarielli?

Infiorescenze giovanissime delle cime di rapa, specialità tutta italiana dal sapore amaro, ma molto gustosa. I broccoli friarielli sono una verdura a foglie che, a seconda di dove vi trovate (geograficamente parlando), viene chiamata in modi diversi. Dimenticavamo di avvisarvi che trovarne fuori Italia è particolarmente difficile, quasi impossibile.

A Roma, la gente li definisce col nome di broccoletti. Questo perchè visivamente sono molto simili ai broccoli. In Toscana, invece, li chiamano rapini, a Napoli e in Campania, più precisamente, la patria di questa specialità, si chiamano broccoli friarielli (con la e chiusa). Ed in Puglia? Qui li chiamiamo in altro modo perchè sono conosciuti come cime di rapa.

Particolarmente gustosi saltati in padella

I friarielli, come la maggior parte delle verdure crucifere, sono particolarmente gustosi saltati in padella con olio d’oliva e uno spicchio d’aglio. A Napoli, per esaltarne il sapore e renderli ancora più appetitosi, aggiungono ben volentieri anche pezzetti di salsiccia (la famosa “sasicchia e friarielli” ). I broccoli friarielli offrono, inoltre, un meraviglioso abbinamento con la pasta. Sono ottimi anche come contorno da contrasto a pesce e carni.

E’ probabile che in ogni regione vi siano delle differenze sostanziali dovute al clima e alla terra. I friarielli, sono diventati molto comuni nelle pianure del nord, per merito di pizzaioli e non solo. I broccoli friarielli in pratica sono i germogli della rapa, molto diffusi in tutto il Sud Italia ed oggi riscoperti anche nello street food, e rivisitati in versione gourmet, nei panini con salsiccia e friarielli oppure, proprio sulla pizza, sempre accompagnati da provola e salsiccia.

Protagonisti indiscussi di una delle tante storie del “cibo povero” del nostro paese. I friarielli, un’erba che non costava quasi nulla, al pari delle erbacce o dell’ortica, anch’essa oggi divenuta di moda. C’è chi li lessa, chi li cuoce al forno in qualche tortino e chi li saltava in padella. I Toscani le chiamano affettuosamente “rapini”, i baresi cucinano le orecchiette alle cime di rapa.
Queste abitudini sono vive ancora oggi, in ognuna di queste terre.

Alcuni ancora, prima di farli saltare in padella con aglio, olio e magari una bella acciughina, sbollentano i friarielli in acqua calda per ammorbidire un pò gli steli. A Napoli invece, come si suppone nella maggior parte dello stivale, gli steli si rimuovono e si cucinano solo le foglie e le parti più tenere, altrimeni “non sono friarielli“.

Conserva di broccoli friarielli in olio naturali di Casa Marrazzo

Broccoli Friarielli in olio di Casa Marrazzo

I “friarielli” rappresentano un prodotto d’eccellenza della nostra azienda, e più in generale, della cucina partenopea. Com’è noto, queste infiorescenze delle cime di rapa, assumono denominazioni diverse: a Napoli ed in Campania «friarielli», a Roma «broccoletti», in Toscana «rapini» e in Puglia, appunto, «cime di rapa». Insomma, qualunque sia il termine usato, la verità è una sola: ne andiamo tutti ghiotti.

I “friarielli”, nati come “cibo povero” del nostro paese, sono stati ampiamente riscoperti in ambito culinario. Siamo abituati ad accompagnarli alla salsiccia di maiale, ma oggi,  per restare al passo con i tempi, si sposano perfettamente anche con pizze gourmet, dove il loro gusto intenso è, senza ombra di dubbio, dominante.

Spesso, però, non si dispone del tempo necessario per prepararli e gustarli: così, abbiamo pensato di confezionarli già pronti all’uso. Gustate i nostri “broccoli friarielli in olio”, preparati e conservati in olio con cura e sapienza, per farvi assaporare l’inconfondibile gusto di quest’ortaggio, al quale abbiamo aggiunto un pizzico di peperoncino. Per apprezzare al meglio tale prodotto, vi consigliamo di riscaldarli massimo due minuti e…come nostra consuetudine, buon appetito a tutti!!!!

Broccoli friarielli biologici al naturale